Monete da 100 lire, quali sono le più rare: valgono 3mila euro | FOTO

Gli esperti di numismatica stimano queste monete da 100 lire come le più preziose e rare in assoluto. Hanno un valore di migliaia di euro.

Monete da 100 lire quali sono le più rare
Monete da 100 lire quali sono le più rare Foto dal web

Monete da 100 lire, come per qualunque altro taglio anche questo presenta delle varietà più pregiate di altre. E che i collezionisti e gli esperti di numismatica agognano e sono disposti a pagare anche diverse migliaia di euro.

Le stampe più rare e di valore sono quelle delle monete da 100 lire della serie “Minerva”. Realizzate in Acmonital della Repubblica Italiana, sono uscite in maniera ininterrotta dalla Zecca di Stato dal 1955 al 1989.

Gli autori dei disegni presenti sulle loro facce sono Giuseppe Romagnoli e Pietro Gianpaoli, difatti sono presenti le loro firme assieme a quella “REPVBBLICA ITALIANA”. E c’è per l’appunto la Dea Minerva con in mano una lancia mentre si avvicina ad un alloro.

Le 100 lire Minerva della serie Prova 1954 sono stimate in media sui tremila euro. Ci sono quelle del 1995 che scendono fino a 900 euro e poi quelle del 1956 e del 1957 che calano invece su una media di 250 euro. Comunque delle quotazioni di tutto rispetto. Quelle del 1958 sono un pò più ricercate ed assumono un valore doppio, sui 500 e passa euro.

Monete da 100 lire, le quotazioni medie delle varie serie

Monete da 100 lire quali sono le più rare
Monete da 100 lire quali sono le più rare Foto dal web

Un’altra serie di monete da 100 lire p quella delle Minerva Modulo ridotto, che però valgono solo 2 euro se coniate tra il 1990 ed il 1992. Stesso dicasi per le Turrita 1993 che al massimo valgono 8 euro.

Leggi anche: 10 lire, se avete questo esemplare siete ricchissimi: vale 25mila euro

Invece la 100 lire commemorativa per Guglielmo Marconi del 1974 vale 250 euro. Queste sono quotazioni che fanno riferimento ad uno stato di conservazione perfetto di un esemplare. Quindi non devono esserci ammaccature o tracce di ruggine, né segni di altro tipo.

Leggi anche: Potrebbe averla chiunque. Una moneta con un dettaglio di unicità, potresti diventare ricchissimo

Leggi anche: Una banconota in Lire che può farti diventare ricco. Scopri quale – FOTO

In base a ciò si riconoscono tre tipologie di classificazione delle monete, da uno stato di conservazione eccelso ad uno più propriamente accettabile. Si va dal “Fior di Conio” allo stato di “Splendente” fino a quello di “Bellissima”. In condizioni peggiori invece una moneta anche rara può svalutarsi in maniera estremamente pesante.