Gratta e vinci e SuperEnalotto, la fortuna nella stessa tabaccheria

Gratta e vinci e SuperEnalotto, le vincite registrate ancora una volta al solito posto. C’è intanto attesa per la nuova estrazione

Gratta e vinci
Foto Facebook

Prima 500 mila euro al Gratta e vinci, poi un altro da 10 mila euro e sempre nella stessa tabaccheria con 5 numeri del SuperEnalotto sono stati vinti quasi 23 mila euro.

Un luogo a dir poco fortunato: stiamo parlano della edicola-tabacchi Mingalabar che si trova nel centro commerciale Le Fornaci di Forlimpopoli, a Forlì. Il primo episodio risale a qualche anno, il secondo Gratta e vinci a domenica scorsa.

Episodi che dimostrano ancora una volta la passione che gli italiani hanno per il gioco. Sono sempre di più le persone che provano a superare la crisi economica, causata dalla pandemia prima e dalla guerra poi, con i biglietti e le lotterie.

Qualcuno ci riesce ma riordiamo che stiamo parlando di una minoranza. La percentuale di chi vince è molto bassa rispetto alle volte in cui si tenta. È facile purtroppo cadere nela ludopatia, uno dei problemi della nostra epoca.

Gratta e vinci e SuperEnalotto, il jackpot è il secondo più alto di sempre

Come sempre il gioco che più di tutti attrae l’attenzione e le passioni è il SuperEnalotto. In queste settimane il fenomeno si è intensificato visto che il jackpot ha raggiunto cifre altissime.

Attualmente è il secondo più alto di sempre. Martedì 26 aprile è prevista una nuova estrazione e nel caso in cui qualcuno dovesse fare il 6, cambierà per sempre la sua vita. Il primo premio regala infatti 193 milioni e 600 mila euro.

Nell’ultima estrazione, datata 23 aprile, non sono stati indovinati né il 6 né il 5+1 (primo e secondo premio) ma comunque il terzo premio, il 5, ha regalato molti soldi. Sono quattro i vincitori e si sono portati a casa oltre 64 mila euro.

Il montepremi più alto resta ancora la cifra di 209 milioni di euro centrata con il 6 del 13 agosto 2019, a Lodi. Il jackpot attuale si avvicina a quella cifra ma la speranza dei giocatori è riuscire a mettere le mani sul malloppone prima che lo faccia qualcun’altro.

Il 6 manca ormai da quasi un anno. Era il 22 maggio 2021 quando a Montappone, in provincia di Fermo, qualche fortunato è riuscito a portarsi a casa 156 milioni di euro.