Quest’esemplare di 500 lire sta facendo impazzire i collezionisti

Una banconota italiana sta lentamente scalando le classifiche di valutazione degli appassionati di collezionismo, si tratta delle 500 Lire Grande C. Ecco il motivo

500 Lire Grande C INTERNA
500 Lire Grande C HOME (Screenshot)

Mentre la nostra moneta ufficiale, l’Euro, cade in basso colpita, duramente, dagli effetti dell’inflazione, oggi stimata all’8,1%, la nostra vecchia moneta, la Lira italiana, tocca vette altissime. Vette che, probabilmente, non toccava nemmeno durante il corso ufficiale.

Corso ufficiale che ricordiamo è iniziato il 17 luglio del 1861 ed è terminato dopo il bimestre di doppia circolazione il 28 febbraio 2002. Non parliamo, ovviamente, di scenari di macroeconomia e analisi finanza bensì di numismatica.

Numismatica che, ricordiamo, è la disciplina atta a studiare il percorso storico di una moneta (o di una banconota), la sua collocazione nel tempo e nello spazio ed ovviamente ne stima il valore.

I primi beneficiari di questa disciplina sono i collezionisti che, di queste stime, si avvalgono per incrementare le proprie riserve, alimentare gli scambi e le aste, nel biennio 2020-2022 aumentate del 28%, e lanciare nuove opportunità.

Le 500 Lire che spopolano tra gli appassionati

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Come detto in precedenza una della nuove opportunità più in voga nel momento attuale riguarda alcune Lire, tanto banconote quanto monete che stanno toccande vette altissime di valutazione.

In particolare una banconota italiana è entrata tra le prime cinquanta più ricercate al mondo. Parliamo di una banconote della vecchie 500 Lire, ma attenzione al dettaglio.

La banconota, ricercatissima dai collezionisti, non è quella classica in vigore dal 1967 al 1979, non è quella delle cosiddette AM-Lire, le lire del periodo dell’occupazione militare,  ne, tanto meno, quelle dei vari tagli emessi nel periodo a cavallo tra il 1947 ed il 1967.

Non ragioniamo, nemmeno delle moneta bimetallica, bensi delle 500 lire modello Grande una cartamoneta entrata in circolazione nel 1896 ed andata fuori corso nel 1953.

La particolarità della moneta, ribattezzata il lenzuolo perché misurava 13,2 centimetri di altezza e 21,2 di lunghezza ed era chimata Grande C perchè la cifra scritta in lettera si apriva con una lettera C immensa.

La banconota in oggetto ha sfondato il muro dei 10.000 euro di valore ma la tendenza è quella di raddoppiare il valore entro 5 anni. Un vero e proprio patrimonio per chi ha avuto la fortuna, o l’oculatezza, di collezionarla.