Monete d’oro romane: un autentico tesoro, dove è stato trovato

Monete d’oro romane, un ritrovamento che lascia tutti senza fiato: sono di un’epoca particolare per dove sono state scovate

Antiche monete romane como
Monete d’oro romane ritrovate (AnsaFoto)

Per apprezzare le vecchie monete non c’è bisogno di essere un esperto di Numismatica, lo studio scientifico dei metalli antichi usati come merce di scambio. Negli ultimi anni sono proliferati gli annunci di vendita di monete e tanti collezionisti fanno a gara pur di averle.

Ovviamente è sempre cosa buona e giusta conoscere bene di cosa si sta parlando e infatti alla fine è opportuno rivolgersi a un esperto in materia per non farsi truffare.

Però forse basta poco per capire l’importanza del ritrovamento avvenuto nel Regno Unito. Se per le monete moderna cerchiamo quelle con un anno di coniazione non troppo recente e in un ottimo stato di conservazione, per le antiche romane basta che siano d’oro e il valore è già altissimo.

Altri fattori vanno comunque valutati come, appunto, lo stato di conservazione, ma una moneta romana resta sempre un pezzo di storia importantissimo appartenente al più grande impero della civiltà umana.

Monete d’oro romane, risalgono a prima della conquista dei legionali

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

La scoperta è avvenuta a Norfolk grazie ai metal detector in un campo coltivato situato a Norfolk, una contea prevalentemente contadina vicino alla costa orientale dell’Inghilterra. Le monete ritrovate sono 11, ma non è escluso che in zona possano essercene molte altre, magari un vero e proprio tesoro.

Il bottino ha anche un soprannome, “The Broads Hoard“, così chiamato dai numismatici locali per la posizione geografica del ritrovamento vicino a The Broads, una rete di fiumi e laghi che si trova in zona. Damon e Denise Pye sono i metaldetectoristi locali che hanno fatto il primo ritrovamento nel 2017. La scoperta fu resa possibile grazie al lavoro degli agricoltori che ararono il terreno alla fine del tempo del raccolto e resero il campo perfetto per l’esplorazione.

Proprio il lavoro dei contadini di anno in anno ha portato le monete in superfice. Ma di quali monete si tratta? Sono datate tra il I secolo a.C. e il I secolo d.C. I romani invasero la Gran Breagna nel 43 d.C. per volere dell’imperatore Claudio, quindi molte monete appartengono all’età precedente.

Come sono finite quelle monete prima della conquista? Forse era un bottino conservato anni dopo da qualche legionale che per qualche motivo lo portò con sé in Inghilterra.