Le 20 euro d’oro che valgono un sacco di soldi

Le 20 euro d’oro sono davvero un pezzo pregiato per i collezionisti di tutto il mondo: quanto costa avere un esemplare

20 euro d'oro
Foto social

La passione per la numismatica non è alimentata solo dalla voglia di possedere monete antiche o non più in uso. Gli appassionati, che negli ultimi anni sono cresciuti tanto in numero, hanno anche individuato un buon campo di affari.

Infatti le monete di un tempo possono essere rinvenduti a prezzi ben più eleventi del valore nominale. Per questo motivo i collezionisti sono sempre a caccia di buon affari e sono disposti a spendere un bel po’, anche tenendo d’occhio le collezioni ufficiali.

Le 20 euro d’oro: valore altissimo

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Tra queste monete c’è quella di 20 euro del 2011. Prima di soffermarci su questa, facciamo un passo indietro e vediamo in generale come si valuta una moneta che è stata in corso (a differenza di questa da 20 euro).

Innanzitutto, il primo elemento è l’anno di coniazione. Non sempre però più è vecchia e più ha valore. Infatti c’è il secondo elemento che si intereccia con il primo ed è la rarità. Una moneta può esere “più giovane” ha numericamente coniate poche e dunque se ne trovano meno in giro.

Altro elemento è lo stato di conservazione. Se è a Fior di Conio, praticamente come appena realizzata, è il valore più alto. Meno segni di usura ci sono, meglio è.

Infine si valutano eventuali errori di conio. Simboli in più o mancanti e incisioni sbagliate, possono rendere il pezzo più unico che raro.

Il prezzo

La moneta da 20 euro riprende sul dritto la composizione delle vestigia dell’antica città di Pompei. Alla base c’è il nome dell’autore A. MASINI e in giro la scritta REPUBBLICA ITALIANA.

Sull’altro lato, invece, c’è il particolare dell’affresco nella Casa del bracciale d’oro a Pompei che raffigura un giardino, con al centro una ghiandaia e delle piante fiorite. Sulla sinistra 2011, l’anno di immisione, mentre sul lato destro c’è la R della Zecca di Roma ed il valore, 20 EURO. Sul giro FLORA NELL’ARTE. Ha un diametro di 21 mm e un peso pari a 6,451 gramm.

La tiratura è davvero bassa poiché sono state realizzate solo 1.500 esemplari. Il valore? Non poco ma neanche tantissimo considerando quanto sono disposti a spendere alcuni collezionisti: costa “solo” 2.250 euro.